Sorrento

Sorrento è il centro principale della penisola sorrentina.

La penisola sorrentina comprende i comuni di Castellamare di Stabia, Vico Equense, Meta, Piano, San'Angelo, Sant'Agata su i due Golfi, Positano.

Sorrento è una piccola ed elegante cittadina affacciata sul mare, costellata da ville e abitazioni signorili. Nella piazza principale si trova la statua di S. Antonino, patrono della città.

Sono da visitare la chiesa di S. Maria del Carmine, il Palazzo Correale del XV secolo, il palazzo Veniero e la Cattedrale.

Il duomo è stato rifatto nel XX secolo da Giovan Battista Signori, ma resiste ancora il portale originale in marmo del XV secolo, con uno stemma aragonese e quello di Sisto IV sull'architrave. L'interno della chiesa è a tre navate e conserva due tele di Giacomo Del Po, l'Annunciazione del XIV secolo e un bassorilievo raffigurante S. Cristoforo del XV secolo. Inoltre nella cappella del transetto destro si trova una splendida tavola quattrocentesca  a fondo oro raffigurante un maiuscolo presepe e nell'abside si ammira un coro intarsiato con i tipici motivi eleganti sorrentini. 

Lungo la costa di Sorrento ci sono varie torri, fra cui quella del Gallo costruita per ordine di Roberto d'Angiò nel 1332, quella di S. Fortunata del 1564, un'altra Guardiola al Capo di Scutolo costruita nel 1567, la torre di S. Elia di Ceremegna costruita nel 1569 da Cafaro Pignaloso da Cava dei Tirreni.

Resta inoltre alla Porta del Piano qualche rudere del castello cinquecentesco di pianta rettangolare costruito nel 1459 dalla famiglia Acciapaccia e ricostruito nel 1506: questa fortezza era originariamente incorporata nel periodo difensivo della cinta muraria della città, che aveva quattro porte, due di terra e due di mare. La Porta Maggiore, quella di Parsano, la Porta della Marina e l'altra della Marina erano le quattro vie d'accesso alla città di Sorrento.

All'estremità della Punta del Capo si trovano i resti della Villa Romana di Pollio Felice, ricordata da Stazio, popolarmente chiamata "Bagni della Regina Giovanna". La città di Sorrento diede i natali nel 1544 al famoso poeta Torquato Tasso, il quale spesso soggiornò nel Palazzo Sersale dove abitava sua sorella.

Sull'omonima via si trova il Museo Correale di Terranova che ha sede in un palazzo settecentesco e contiene una raccolta di antiche edizioni delle opere di Torquato Tasso.

Sorrento

Citt├á   |   Mare   |   Terme   |   Parchi   |   Enogastronomia   |   Folklore   |   Cultura   |   UniversitÓ   |   Canzoni   |   Personaggi famosi   |