Vietri sul Mare

I primi insediamenti nell'area di Vietri sul Mare sono etruschi. Probabilmente il nome della cittadina viene dal termine "Veteri" con cui i Romani definirono questi insediamenti. 

La città è legata fino al 1806 a  Cava de' Tirreni di cui ne era frazione.

Nel 1944, quando Salerno fu Capitale d'Italia per alcuni mesi, il Re Vittorio Emanuele III alloggió nella vicina Villa Guariglia, sita in frazione Raito.

Vietri sul mare è situato all'inizio della Costiera amalfitana. Il centro vietrese si estende è ridosso della costa, ed alle pendici di esso si estende la zona di Marina di Vietri.

La cittadina si basa su un'economia terziaria, ed ad un forte turismo.

Molte sono le industrie artigianali legate alla ceramica, tra cui famosa è la "ceramica Solimene".

L'industria della ceramica iniziata nel tardo Rinascimento, grazie ai Principi Sanseverino e da allora è sempre stata un simbolo di Vietri sul Mare.

Durante lo sbarco degli alleati viene molto danneggiata sbarco alleato (Operazione Avalanche), ma si é ripresa economicamente ed attualmente vanta uno dei redditi più alti della Campania.

Allo scopo di integrarla nell'economia dell'attigua città di Salerno, si sta progettando l'allungamento della costruenda metropolitana di Salerno fino alla stazione ferroviaria di Vietri sul Mare.

Nel 1039 il principe di Salerno invade il ducato di Amalfi e inaugura il dominio salernitano sulla città.

Vietri sul Mare

Citt├á   |   Mare   |   Terme   |   Parchi   |   Enogastronomia   |   Folklore   |   Cultura   |   UniversitÓ   |   Canzoni   |   Personaggi famosi   |