Marina di Camerota

Marina di Camerota è una frazione di Camerota in provincia di Salerno, ed è un paesino cilentano alle falde del Monte Bulgheria. Il piccolo paesino sorge arroccato sulle alture già dall'antichità, a causa degli attacchi dei pirati saraceni.

La marina di Camerota ha uno splendido mare e vanta spiagge di sabbia fine. Il sito più suggestivo della sua costa è Punta degli Infreschi, uno dei tratti più incontaminati d’Italia, dove non è stato costruito nulla. 

Il litorale di Marina di Camerota è uno dei più affascinanti della Campania, per il suo dualismo mare-montagnaed è noto per le sue grotte dove sono stati rinvenuti i resti dell’Homo Camerotensis, un uomo preistorico risalente a circa 540.000 anni prima di Cristo, contemporaneo dell’uomo di Neanderthal da cui differiva solo per la caratteristica del mento più prominente. A cominciare dal confine con Palinuro, lungo la cosiddetta Cala del Cefalo si ritrovano grotte che fino all'epoca delle scoperte erano abitate da pastori con le famiglie: tra di esse, sono da menzionare la Grotta del Pesce o quella dell'Autaro (quest'ultima, oggigiorno, ospita una famosa discoteca). Ai margini settentrionali dell'abitato, esisteva la Grotta della Calanca, oggi non più esistente per via di un crollo. Altre importanti sono la Grotta Sepolcrale o del Poggio, la Grotta di Manfregiudice (a pozzo e pericolosissima), la Grotta della Serratura (sulla spiaggia di Lentiscelle, e così chiamata per la sua forma), la Grotta della Cala o dell'Uomo preistorico, ed il Riparo del Poggio o Nicchia Gamba (che rappresenta i resti di quella che fu una grotta, crollata già in epoca preistorica). 

Inoltre le grotte sono intervallate da calette a cui si accede solo dal mare, costoni rocciosi e spiagge incontaminate, tutto a pochi metri da uliveti e macchia mediterranea.

Le origini del nome affondano le radici nell'Eneide e raccontano della fanciulla Kamaraton, bella come una dea, ma dal cuore di pietra. Si racconta  che il nocchiero di Enea, Palinuro, se ne innamorò follemente, arrivando addiritura a inseguire la sua immagine nel fondo del mare, andando incontro al suo destino. Venere decise così di punire Kamaraton per il suo amore non corrisposto,e la trasformò in una roccia su cui oggi sorge Camerota, testimone perenne di uno sfortunato amore.

marina di camerota

Citt├á   |   Mare   |   Terme   |   Parchi   |   Enogastronomia   |   Folklore   |   Cultura   |   UniversitÓ   |   Canzoni   |   Personaggi famosi   |