La Zeza

La Zeza è una manifestazione carnevalesca che si tiene ogni anno nell'entroterra avellinese, in particolare nei comuni di Bellizzi Irpino, Cervinara, Mercogliano, Monteforte Irpino e Solofra.

Si tratta di una scenetta comica con maschere e tipi fissi.

La Zeza nacque a Napoli nella seconda metà del Seicento e si diffuse poi nelle campagne circostanti assumendo dei caratteri specifici in base alle zone di attecchimento.

Fino alla metà dell’Ottocento la Zeza veniva rappresentata nei cortili dei palazzi, nelle strade, nelle osterie e nelle piazze. Le parti femminili erano interpretate da soli uomini perché le donne non potevano essere esposte alla pubblica rappresentazione (tradizione che si conserva ancora oggi). 

La sua sparizione dalle piazze e dalle strade di Napoli era stata determinata dai divieti ufficiali emanati nella seconda metà dell’Ottocento, che l'avevano proibita “per le mordaci allusioni e per i detti troppo licenziosi ed osceni”. A causa di questi divieti la Zeza si spostò più nell’entroterra, dove è sopravvissuta fino ad oggi e rappresenta una pietra miliare del teatro popolare campano.

Citt├á   |   Mare   |   Terme   |   Parchi   |   Enogastronomia   |   Folklore   |   Cultura   |   UniversitÓ   |   Canzoni   |   Personaggi famosi   |